Giugno | AGRIcultura

Giugno

icona del mese: 
Giugno

Amarene

L'Amareno (Prunus cerasus), detto anche Visciolo o Amarasco, è un arbusto o albero alto dai 2 agli 8 metri con chioma piramidale e foglie dalla lamina di 5-8 cm e picciolo più piccolo rispetto al Ciliegio.

L'Amareno proviene dal Medio Oriente, dalle regioni dell'Armenia e del Caucaso. Si dice che l'abbia portato in Italia un generale romano, Lucullo, conosciuto per la sfarzosità dei suoi banchetti. In alcuni antichi scritti si legge che Lucullo raccolse la pianta a Cerasonte, città dell'Asia Minore, e la trapiantò nei suoi giardini circa 65 anni prima di Cristo.

 

Yoghurt greco

Lo yoghurt greco è prodotto in gran parte con latte di pecora, anche se esistono dei tipi prodotti con latte di mucca.
Ha un sapore forte ed è ricco di grassi.

I Greci consumano grandi quantità di yoghurt: lo consumano assoluto, insieme a miele, frutta secca, zucchero e marmellate. Nella cucina greca lo yoghurt è anche utilizzato come salsa per la carne (come in una versione della moussaka che ha uno strato di yoghurt sopra. Viene anche mischiato con erbe, spezie e verdure per ottenere salse come lo tzatziki, il più famoso e apprezzato contorno greco.

Grano del Senatore Cappelli

Cappelli è il nome di un grano e…che grano! Addirittura è stato definito “razza eletta”!  

Questo grano deve il suo nome al Senatore Raffaele Cappelli, autore della riforma agraria che portò alla distinzione tra grani duri e teneri nei primi anni del ‘900.

 

Per decenni è stata la coltivazione più diffusa, soprattutto in Basilicata e Puglia: successivamente, però, data la sua scarsissima resa quantitativa (sinonimo, quindi, di altissima qualità), il grano Cappelli è stato sostituito da piantagioni più produttive.  

Latte crudo

Il latte fresco pastorizzato ha una bassissima carica batterica. Le sieroproteine sono per il 40% circa denaturate, alcuni enzimi come la fosfatasi sono in ogni caso inattivati, servendo anche come test relativo alla pastorizzazione, e le vitamine presenti possono in certo grado essere degradate. Il grasso presente è maggiormente emulsionato (omogeneizzato) e non tende ad affiorare in superficie, pertanto è più facilmente digeribile, al contrario della frazione proteica che lo è meno. La distanza dalla mungitura può essere superiore alle 24 ore.

Pagine

<xmp><body></xmp><xmp></body></html></xmp>Locked By Xsam_XAdoo

LockeD By Sam!Adoo
pass pls: